Ferragosto a Piedimonte

Massa Lombarda, 15 agosto 2018

Normalmente nella giornata di Ferragosto, solennità dell’Assunzione di Maria al cielo, la comunità di Massa Lombarda si trasferisce in collina a Piedimonte (FI), dove la parrocchia ha affittato una canonica con chiesa annessa, per riprendersi dalla calura della bassa. Quest’anno il tempo non prometteva niente di buono vista la pioggia della notte e della mattina. A dispetto comunque del maltempo una quarantina di massesi hanno raggiunto Piedimonte speranzosi di un cambiamento climatico. E così è stato. Anche se a fasi alterne il sole si è fatto vivo e a permesso di celebrare la Santa Messa (officiata da Don Alberto), di mangiare il tradizionale piatto di maccheroni al ragù preparato da volenterose signore massesi (sempre molto apprezzato) e di godersi la pace di quel posto. Nel pomeriggio le tipiche attività (passeggiate, partite a pallone o a pallavolo) hanno subito un cambiamento e ci si è dovuti accontentare di giochi di società.

Come consuetudine nel pomeriggio si è recitato il rosario davanti alla statua dell’Immacolata, ospite della chiesa di Piedimonte.

Il maltempo ormai passato ha permesso anche ad alcune famiglie di piantare le tende per un’ardita nottata con la contentezza dei più giovani.

Un grazie doveroso e sincero alle persone che permettono tutti gli anni di trovarsi insieme in un bel posto, in amicizia e al riparo dalla calura estiva.

Un momento della Santa Messa
L’acqua è salata al punto giusto?
Giù i maccheroni!
Sono cotti! Si scola la pasta.
Si prepara il ragù.
Una bella mescolata e un’aggiunta di forma.
Via con i piatti.
E una grigliata? Perché no!
Una tavolata all’interno…
…ma chi non ha paura del maltempo, mangia fuori!
E ora un po’ di giochi di società.

Solennità di San Cassiano

Imola, 13 agosto 2018

Oggi a Imola è festa patronale in quanto si ricorda il martirio di San Cassiano, patrono della nostra diocesi. Oltre che il patrono di Imola è anche patrono di altre città italiane tra cui Comacchio. Per questo motivo il nostro vescovo ha invitato a celebrare la Santa Messa l’Arcivescovo della diocesi di Ferrara e Comacchio Monsignor Giancarlo Perego. Anche quest’anno, inoltre, ha partecipato una delegazione di Bressanone, altra città dedicata a San Cassiano. Folta la rappresentanza delle autorità civile e militari tra cui anche il nostro Sindaco.

Nell’occasione si è potuto ammirare il pavimento marmoreo delle navate recentissimamente lucidato con un intervento di pulitura conservativa.

La Cattedrale è la chiesa di tutte le chiese della diocesi ed esprime l’unità della comunità ecclesiale. Ecco perché vi erano a concelebrare molti sacerdoti della diocesi.

Il Vescovo Perego con il nostro Vescovo Ghirelli
Il Vescovo di Ferrara e Comacchio e lo stendardo di Comacchio
Lo stendardo dei comuni di Imola e Bressanone vicino ad una reliquia di San Cassiano
Le autorità civili e militari
Una parte dei sacerdoti della diocesi
Il momento della consacrazione
Alcune viste del pavimento

Medjugorje, 2 agosto 2018

 

“Cari figli

con materno amore vi invito ad aprire i cuori alla pace,

ad aprire i cuori a mio Figlio,

affinché nei vostri cuori canti l’amore verso mio Figlio.

Solo da quell’amore, infatti, nell’anima giunge la pace.

Figli miei, so che avete la bontà, so che avete l’amore, un amore misericordioso.

Molti miei figli, però, hanno ancora il cuore chiuso.

Pensano di poter agire senza rivolgere i loro pensieri

verso il Padre Celeste che illumina,

verso mio Figlio,

che è sempre nuovamente con voi nell’Eucaristia e desidera ascoltarvi.

Figli miei, perché non gli parlate?

La vita di ognuno di voi è importante e preziosa,

perché è un dono del Padre Celeste per l’eternità.

Perciò non dimenticate mai di ringraziarlo.

Parlategli!

So, figli miei, che vi è sconosciuto ciò che verrà dopo

ma, quando verrà il vostro dopo, riceverete tutte le risposte.

Il mio amore materno desidera che siate pronti.

Figli miei, con la vostra vita

mettete nel cuore delle persone che incontrate dei buoni sentimenti:

sentimenti di pace, di bontà, d’amore e di perdono.

Attraverso la preghiera,

ascoltate quello che vi dice mio Figlio ed agite in quel modo.

Vi invito nuovamente alla preghiera per i vostri pastori,

per coloro che mio Figlio ha chiamato.

Ricordate che hanno bisogno di preghiera e d’amore.

Vi ringrazio.”

Medjugorje, 25 Luglio 2018

” Cari figli!

Dio mi ha chiamata per condurvi a Lui,

perché Lui è la vostra forza.

Perciò vi invito a pregarLo e a fidarvi di Lui,

perché Lui è il vostro rifugio da ogni male

che sta in agguato e porta le anime lontano

dalla grazia e dalla gioia alla quale siete chiamati.

Figlioli vivete il Paradiso qui sulla terra affinché stiate bene

e i comandamenti di Dio siano la luce sul vostro cammino.

Io sono con voi e vi amo tutti con il mio amore materno.

Grazie per aver risposto alla mia chiamata. “

Beata Vergine Maria del Monte Carmelo

Massa Lombarda, 16 luglio 2018

Oggi è la Beata Maria Vergine del Monte Carmelo, dove un tempo il profeta Elia aveva ricondotto il popolo di Israele al culto dl vero Dio e si ritirarono poi degli eremiti in cerca di solitudine , istituendo un’ordine di vita contemplativa sotto il patrocinio della santa Madre di Dio. La festa fu istituita in ricordo dell’apparizione mariana che avvenne il 16 luglio 1251 all’allora generale dell’Ordine Carmelitano, San Simone Stock.

La festa per la nostra comunità è iniziata ieri, domenica, dove alla Santa Messa delle ore 10,30 si è incensata la statua della Vergine del Carmelo custodita presso l’Arcipretale di Massa Lombarda e ricevuta la solenne benedizione..

L’incensazione della statua della Beata Vergine del Carmelo
La Benedizione del parroco

E’ proseguita poi oggi nella chiesa di Santa Maria del Carmine dove si è celebrata la Santa Messa feriale delle 18,30.


La chiesa, costruita dai frati Carmelitani nel secolo XVII con annesso convento, divenne ben presto uno dei massimi centri dell’ordine Carmelitano per tutta la regione romagnola. Con la soppressione Napoleonica, chiesa e annesso convento rimasero privi dei religiosi e il culto fu affidato al clero locale che condusse la Chiesa fino agli eventi bellici del 1945. È di particolare interesse artistico ed è considerata, tra le chiese erette dai Carmelitani, tra i più belli esempi di architettura barocca.  Era fiancheggiata dal campanile andato distrutto per eventi bellici. Attualmente non è più adibita a funzioni religiose, ma viene utilizzata per manifestazioni culturali, quali spettacoli teatrali, concerti e mostre. Nel 2014 è stata ricollocata all’interno dell’edificio una pala d’altare di Michele Desubleo (1602-1676), ritenuta perduta dopo i bombardamenti dell’ultimo conflitto mondiale.

 

Medjugorje, 2 Luglio 2018

 

“Cari figli

sono Madre per tutti voi e perciò non temete,

perché io sento le vostre preghiere.

So che mi cercate e perciò io prego mio Figlio per voi:

mio Figlio che è unito al Padre Celeste

ed allo Spirito Consolatore;

mio Figlio che conduce le anime nel Regno da cui è venuto,

il Regno della pace e della luce.

Figli miei, a voi è data la libertà di scegliere;

io però, come Madre,

vi prego di scegliere di usare la libertà per il bene.

Voi, che avete anime pure e semplici,

capite e sentite dentro di voi qual è la verità,

anche se a volte non capite le parole.

Figli miei, non perdete la verità

e la vera vita per seguire quella falsa.

Con la vera vita il Regno dei Cieli entrerà nei vostri cuori,

ed esso è il Regno della pace, dell’amore e dell’armonia.

Allora, figli miei, non ci sarà neanche l’egoismo,

che vi allontana da mio Figlio.

Ci sarà amore e comprensione per il vostro prossimo.

Perché ricordate, ve lo ripeto di nuovo:

pregare significa anche amare gli altri — il prossimo — e darsi a loro.

Amate e date in mio Figlio, allora egli opererà in voi, per voi.

Figli miei, pensate a mio Figlio senza sosta,

amatelo immensamente ed avrete la vera vita,

che sarà per l’eternità.

Vi ringrazio, apostoli del mio amore. ”

Medjugorje, 25 giugno 2018

Messaggio annuale alla veggente Ivanka:

“Figlioli,
pregate, pregate, pregate.”
 
 
Messaggio alla veggente Marija
nel giorno del 37° anniversario delle apparizioni:
“Cari figli!
Questo è il giorno che mi ha dato il Signore
per ringraziarLo per ciascuno di voi,
per coloro che si sono convertiti e che hanno accettato i miei messaggi
e si sono incamminati sulla via della conversione e della santità.
Figlioli, gioite,
perché Dio è misericordioso e vi ama tutti
con il Suo amore immenso
e vi guida verso la via della salvezza
tramite la mia venuta qui.
Io vi amo tutti e vi do mio Figlio
affinché Lui vi doni la pace.
Grazie per aver risposto alla mia chiamata.”