Parrocchia Conversione di San Paolo Apostolo : Settimana dal 15 al 22 ottobre 2017

Domenica        15                 XXVIII  del T. Ordinario
Ss. Messe  ad orario festivo
Ore 10.30 (S. Paolo) : S. Messa e celebrazione del  sacramento della Confermazione  presieduta dal  vescovo mons. Tommaso Ghirelli

Lunedì             16
Ore 20.30 (canonica) : Incontro catechisti”

Mercoledì         18                  San Luca Evangelista
Ss. Messe  ad orario feriale
Ore 20.30 (canonica) : Prove del  “Coro S. Paolo”

Giovedì             19
Ore 20.30 (S. Paolo) : Adorazione eucaristica

Venerdì              20               
Ore 20.30 (Cattedrale)  : Veglia di preghiera in preparazione alla Giornata Missionaria Mondiale

Domenica        22                 XXIX  del T. Ordinario
Giornata Missionaria Mondiale
Ss. Messe  ad orario festivo
Ore 11.00 (Piancaldoli) : S. Messa  e a seguire, pranzo  e assemblea “Associazione don Orfeo”

 

Apertura  pomeridiana oratorio

L’oratorio osserva l’orario di apertura pomeridiana per i ragazzi con l’assistenza di don Angelo nelle giornate di:     Martedì  e  Venerdì    dalle ore   15.30  alle  ore 17.30

Anno Pastorale 2017-2018 – XXVIII Domenica Tempo Ordinario – Cresime

Massa Lombarda, 15 ottobre 2017

“In questa domenica, ancora una volta, la Liturgia della Parola ci presenta un Dio che cerca l’uomo, che lo invita alla comunione con lui. Di fronte a questo invito, rimane per ciascuno di noi la libertà di rispondere “sì” oppure di opporre un rifiuto. Ma nonostante questa possibilità, Dio continua fiducioso a imbandire il suo “banchetto nuziale”, a preparare la festa che egli desidera celebrare con ciascuno di noi. Perché la gioia d stare con lui e condividere la sua vita appartenga davvero a tutti.”

Oggi si è celebrato, per 26 ragazzi della nostra Parrocchia, il rito della Confermazione per mano del nostro Vescovo, Monsignor Tommaso Ghirelli. Ha animato la Santa Messa il coro parrocchiale “San Paolo”. La chiesa è stata preparata appendendo alle colonne i sette doni dello Spirito Santo che i ragazzi hanno ricevuto nella Cresima. Alla fine della Santa Messa è stato consegnato un crocefisso con i doni e i simboli della Cresima.

I ventisei ragazzi che hanno ricevuto il sacramento della Confermazione
Il coro San Paolo anima la Santa Messa.
Sul presbiterio erano presenti i ragazzi di I media che quest’altro anno riceveranno il sacramento della Cresima
Il vescovo durante l’omelia

Due dei cresimati
La chiesa addobbata con i cartelli sui sette doni dello Spirito Santo
Il gruppo dei cresimati
La distribuzione del ricordo della Cresima da parte dei catechisti

Parrocchia Conversione di San Paolo Apostolo : Settimana dall’8 al 15 ottobre 2017

Domenica        08                 XXVII  del T. Ordinario
Ss. Messe ad orario festivo
Ore 8.30-17.00 (Imola-Cappuccini) : Giornata di ritiro per i cresimandi in preparazione al Sacramento della Confermazione
Mercoledì         11                  
Ore 20.30 (canonica) : Prove del  “Coro S. Paolo”
Giovedì             12
Ore 21.00 (Spazzate Sassatelli) : Adorazione eucaristica di vicariato per le vocazioni
Venerdì            13                 
Ore 15.00 (S. Paolo) : Confessioni per i  cresimandi  con genitori e padrini/madrine
Sabato              14                  
Ore 18.00 (Imola-S.Giovanni V.)  : Scuola della Parola proposta da A.C. diocesana aperta a tutti.
Domenica        15                 XXVIII  del T. Ordinario
Ss. Messe  ad orario festivo
Ore 10.30 (S. Paolo) : S. Messa e celebrazione del  sacramento della Confermazione  presieduta dal  vescovo mons. Tommaso Ghirelli

Parrocchia Conversione di San Paolo Apostolo : Settimana dall’ 1 all’ 8 ottobre 2017

Domenica        01                 XXVI  del T. Ordinario
Ss. Messe ad orario festivo
Ore 10.30 (S. Paolo) : S. Messa  e mandato a catechisti ed educatori A.C. e AGESCI

Lunedì              02                  Ss. Angeli Custodi
Ore 20.45 (canonica) : Consiglio Pastorale Parrocchiale

Mercoledì         04                   San Francesco d’Assisi
Ss. Messe ad orario feriale
Ore 19.00 (S. Cassiano) : S. Messa Episcopale con la partecipazione  dei gruppi appartenenti alla “Famiglia Francescana” e AGESCI.
Ore 20.30 (canonica) : Prove del  “Coro S. Paolo”

Giovedì             05
Ore 20.30 (S. Paolo) : Adorazione eucaristica

Venerdì            06                 
Primo venerdì del meseComunione ai malati
Ore 8.45 – 12.00 (S. Paolo) : Adorazione Eucaristica

Domenica        08                 XXVII  del T. Ordinario
Ss. Messe ad orario festivo
Ore 8.30-17.00 (Imola-Cappuccini) : Giornata di ritiro per i cresimandi in preparazione al Sacramento della Confermazione

 

Medjugorje, 2 Ottobre 2017

 

” Cari figli io vi parlo come Madre:
con parole semplici,
ma colme di tanto amore e sollecitudine per i miei figli,
che per mezzo di mio Figlio sono affidati a me.
Mio Figlio invece, che viene dall’eterno presente,
lui vi parla con parole di vita e semina amore nei cuori aperti.
Perciò vi prego, apostoli del mio amore:
abbiate cuori aperti, sempre disposti alla misericordia e al perdono.
Perdonate sempre il prossimo secondo mio Figlio,
perché così la pace sarà in voi.
Figli miei, preoccupatevi della vostra anima,
perché essa è l’unica realtà che vi appartiene davvero.
State dimenticando l’importanza della famiglia.
La famiglia non dovrebbe essere luogo di sofferenza e dolore,
ma luogo di comprensione e tenerezza.
Le famiglie che cercano di vivere secondo mio Figlio,
vivono nell’amore reciproco.
Fin da quando era ancora piccolo,
mio Figlio mi diceva che tutti gli uomini sono per lui dei fratelli.
Perciò ricordate, apostoli del mio amore,
che tutte le persone che incontrate sono per voi la vostra famiglia,
dei fratelli secondo mio Figlio.
Figli miei, non perdete tempo pensando al futuro e preoccupandovi.
La vostra unica preoccupazione sia come vivere bene
ogni istante secondo mio Figlio, ed ecco la pace!
Figli miei, non dovete mai dimenticare di pregare per i vostri pastori.
Pregate affinché possano accogliere tutti gli uomini come loro figli,
in modo che, secondo mio Figlio, siano per loro dei padri spirituali.
Vi ringrazio! “

Cerimonia dei Passaggi 2017

Come la Giungla si rinnova ogni anno, con le piogge e i canti della primavera, così anche il nostro gruppo scout (che celebra quest’anno il 45° della sua attività) rinnova con la Cerimonia dei Passaggi le unità.
È sempre un momento emozionante, quello in cui tutto il gruppo si ritrova insieme per salutare chi parte e accogliere chi inizia un nuovo percorso. Quest’anno la cornice scelta per questa occasione speciale è stata quella della parrocchia di Giardino, una piccola e accogliente comunità che ha salutato con gioia il chiassoso arrivo di più di 90 scout tra capi e ragazzi.

Il pomeriggio è iniziato all’insegna del gioco, in cui 4 squadre avevano come obiettivo quello di demolire un muro di cartoni a colpi di palline. Recuperando alcune parti dalle le “macerie”, e collaborando insieme, era possibile ricostruire una finestra (che, a differenza del muro, ci permette di guardare oltre).

Successivamente, è iniziata la Cerimonia davanti all’Alzabandiera.
Prima di tutto, abbiamo voluto accogliere due persone che quest’anno iniziano il loro cammino all’interno del nostro gruppo. Uno ha già una lunga esperienza scout alle sue spalle: si chiama Vincenzo, e si è da poco trasferito nella nostra città ed è a lui che è stato consegnato il fazzolettone con i colori del Massa Lombarda 1.
L’altra è Sabina, mamma di 4 ragazzi del Gruppo, che quest’anno ha deciso di dare una chance al suo desiderio di buttarsi in questa nuova avventura, pur non avendo un trascorso scout alle sue spalle. A lei è stata consegnata l’uniforme scout, benedetta dall’Assistente Ecclesiastico.

 

Il momento centrale dei Passaggi, però, è quello in cui i ragazzi che hanno terminato il loro cammino all’interno di una delle branche salutano il loro gruppo di provenienza e vengono accolti dalla nuova comunità.

Un lupetto ha accolto gli 11 nuovi cuccioli con queste parole, prima di salutare il Branco e passare al reparto con altri 7.

Cari fratellini e sorelline del Branco, questi anni sono volati!
Vivete intensamente e con entusiasmo dando il vostro meglio, correndo al massimo delle vostre capacità.

E se anche inciamperete, ricordatevi che ci sarà sempre un fratellino che vi aiuterà a rialzarvi, perché la forza del lupo sta nel Branco e la forza del Branco nel lupo sta.

Cari fratelli di tana, ora è giunto il momento di salutarci. Sono stato molto felice di aver cacciato con voi e in questo momento il mio cuore è triste. Ma è giunto il momento per me di vivere nuove avventure. Buona Caccia a tutti coloro che rispettano la Legge della Giungla.

Successivamente, è stato il momento del Passaggio per i più grandi: uno dei due Esploratori che si apprestavano a passare in Clan ha accolto i nuovi entranti (le Zampe Tenere) così:

Nonostante molti la pensino così, vivere in Reparto non significa solo saper accendere un fuoco e dormire insieme in una tenda, ma in questi quattro anni imparerete il valore dello spirito di squadra, dal momento che non potrete scegliere voi le persone con cui dovrete vedervi tutte le settimane per organizzare delle attività o collaborare per raggiungere obiettivi più o meno grandi. Dipenderà tutto da come e se vi metterete in gioco: ascoltando, e quando serve facendovi ascoltare, aiutando e facendovi aiutare, insegnando e facendovi insegnare. Vi auguro di passare delle fantastiche avventure come per me è stato, e non abbiate paura di mostrare ciò che siete e di far fruttare le vostre abilità. Ma soprattutto: estote parati!

Infine, i due Esploratori entrati nel Noviziato sono stati accolti da una Scolta che ha letto loro queste parole a nome di tutta la comunità di Clan:

Il Clan è visto come questo gigante punto interrogativo su cui sono narrate le leggende più oscure. Il Clan non è camminate di 50 cm al giorno con 100 kg di zaino sulle spalle, il Clan non è un ritmico alternarsi di preghiera e strada, il Clan non ha i rigidi ruoli delle squadriglie del Reparto, non ha un rapporto Capo-ragazzo come quello del Branco. Il Clan è plasmato su di noi, sui nostri bisogni e sui nostri desideri, e se lo viviamo con voglia di metterci in gioco e con fiducia nei compagni di strada, sarà una delle esperienze migliori che si possono fare.

Per concludere la Cerimonia, c’è la nomina delle nuove Staff, che ricevono dal Gruppo il mandato educativo verso i ragazzi delle diverse branche.

Capi Gruppo: Cristina Lo Monaco, Filippo Buscaroli

Capi Branco: Monica Falzoni (Akela), Luca Agnoletti (Bagheera), Aureliano Marconi (Baloo), Vincenzo Fisce (Kaa), Sabina Zanotti (Mamma Raksha), Stefano Reggi (Chil)

Capi Reparto: Carla Cappelletti, Luca Trevisan, Davide Forcella

Capi Clan: Claudia Falzoni, Gabriele Lama

A.E: Naturalmente, ci accompagneranno durante quest’anno anche don Pietro (Assistente Ecclesiastico) e don Angelo.

Saluti: Il cammino di Nicola Mirko Finocchiaro, Giorgia Mimuli e Alice Faccani li porta quest’anno a proseguire al di fuori della nostra associazione. Hanno lasciato tutti un segno importante con la loro presenza: li salutiamo e li ringraziamo di cuore, con l’auspicio che questo possa essere non un addio ma un arrivederci!


Al termine della Cerimonia, con un’esilarante messinscena, è stato lanciato il tema della Locandina, la tradizionale gara di espressione tra branche che si terrà quest’anno l’otto dicembre.Quest’anno, il titolo della locandina sarà “Fuori come va?”
C’è un mondo là fuori, quanti incontri da fare!

Buona Caccia, Buona Strada!

Anno Pastorale 2017-2018 – XXVI Domenica Tempo Ordinario – Mandato

Massa Lombarda, 1 ottobre 2017

“In questa domenica le letture ci invitano a dare spessore alle scelte e alle azioni che compiamo in quanto credenti. Il Vangelo vuole dirci che quanti si sentono “al sicuro”, compiaciuti dei propri meriti e privilegi, difficilmente accolgono l’invito a convertirsi e a rompere con il peccato, magari perché convinti di non averne reale bisogno.”

Oggi nella celebrazione eucaristica il parroco ha dato il mandato ai catechisti ed educatori per quest’anno pastorale. Durante questa cerimonia hanno letto il loro impegno:

“Signore, davanti a te e alla comunità noi accogliamo l’incarico che ci viene affidato. Fa’ che diventiamo ascoltatori attenti della tua Parola, e rendici capaci di un incontro vero con i ragazzi e con le famiglie. accompagna la nostra fatica, illumina i nostri passi, donaci un cuore ardente di fede, speranza e carità.”

L’omelia del parroco