Solennità di Tutti i Santi

Massa Lombarda, 1 novembre 2018

“La festività di Tutti i Santi è la nostra festa: non perché noi siamo bravi, ma perché la santità di Dio ha toccato la nostra vita. I santi non sono modellini perfetti, ma persone attraversate da Dio. Sono i fratelli maggiori che la Chiesa ci propone come modelli perché peccatori come ognuno di noi, tutti hanno accettato di lasciarsi incontrare da Gesù, attraverso i loro desideri, le loro debolezze, le loro sofferenze, e anche le loro tristezze. Ecco dunque il significato dell’odierna solennità: guardando al luminoso esempio dei santi, risvegliare in noi il grande desiderio di essere come i santi: felici di essere vicini a Dio, nella sua luce, nella grande famiglia degli amici di Dio.”

tratto da “Sulla tua Parola”

Nella solennità di Tutti i Santi la chiesa è stata impreziosita dalle reliquie dei santi esposte sull’altare maggiore. Anche la reliquia attribuita a San Paolo, nostro patrono e alla cui conversione la chiesa è dedicata, è stata esposta ed adornata di fiori e candele. Inoltre la celebrazione è stata impreziosita dai pregevoli canti eseguiti dal coro di San Paolo.

Medjugorje, 25 Ottobre 2018

 

Cari figli!

Voi avete la grande grazia

di essere chiamati ad una nuova vita

attraverso i messaggi che io vi do.

Figlioli, questo è tempo di grazia,

il tempo e la chiamata alla conversione

per voi e per le generazioni future.

Perciò vi invito, figlioli,

pregate di più e aprite il vostro cuore a mio Figlio Gesù.

Io sono con voi,

vi amo tutti e vi benedico con la mia benedizione materna.

Grazie per aver risposto alla mia chiamata.

XXIX domenica tempo ordinario anno B – Sante Cresime

Massa Lombarda, 21 ottobre 2018

“Ministro originario della confermazione è il vescovo. È lui che normalmente conferisce il sacramento, perché più chiaro ne risulti il riferimento alla prima effusione dello Spirito santo nel giorno di pentecoste. Furono infatti gli apostoli stessi che, dopo essere stati ripieni di Spirito santo, lo trasmisero ai fedeli per mezzo dell’imposizione delle mani. Il fatto di ricevere lo Spirito santo mediante il ministero del vescovo dimostra il più stretto legame che unisce i cresimati alla Chiesa, e il mandato di dare tra gli uomini testimonianza a Cristo.”

tratto da “Cerimoniale dei Vescovi”

Oggi si è celebrato il sacramento della Confermazione, altrimenti detta Cresima, nella Santa Messa domenicale presieduta dal nostro Vescovo Monsignor Tommaso Ghirelli. I ragazzi che hanno ricevuto il sacramento erano 41 seguiti dai loro catechisti ed educatori dell’Azione Cattolica e dell’AGESCI.

La celebrazione si è svolta in modo composto e carico di emozione da parte dei ragazzi, padrini e madrine e parenti e partecipata anche dal resto dei fedeli presenti che hanno riempito la chiesa di San Paolo. A rendere più partecipata la cerimonia ha contribuito anche il coro parrocchiale San Paolo.

Auguriamo a questi ragazzi di essere sempre fedeli ai doni ricevuti per mezzo dello Spirito Santo ricevuto in questo giorno.

Medjugorje, 2 Ottobre 2018

“Cari figli

vi invito ad essere coraggiosi e a non desistere,

perché anche il più piccolo bene,

il più piccolo segno d’amore vince il male sempre più visibile.

Figli miei, ascoltatemi

affinché il bene prenda il sopravvento,

affinché possiate conoscere l’amore di mio Figlio.

Quella è la felicità più grande:

le braccia di mio Figlio che abbracciano.

Lui che ama l’anima,

lui che si è dato per voi e sempre di nuovo si dà nell’Eucaristia,

lui che ha parole di vita eterna.

Conoscere il suo amore,

seguire le sue orme significa avere la ricchezza della spiritualità.

Quella è una ricchezza che dà buoni sentimenti e vede amore e bontà ovunque.

Apostoli del mio amore, figli miei,

voi siate come raggi di sole che, col calore dell’amore di mio Figlio,

riscaldano tutti attorno a loro.

Figli miei, al mondo servono apostoli d’amore,

al mondo servono molte preghiere:

ma preghiere dette col cuore e con l’anima,

e non solo pronunciate con le labbra.

Figli miei, tendete alla santità, ma nell’umiltà.

Nell’umiltà che permette a mio Figlio di fare attraverso di voi ciò che lui desidera.

Figli miei, le vostre preghiere, le vostre parole, pensieri ed opere,

tutto questo vi apre o vi chiude le porte del Regno dei Cieli.

Mio Figlio vi ha mostrato la via e vi ha dato la speranza, ed io vi consolo e vi incoraggio.

Perché, figli miei, io ho conosciuto il dolore, ma ho avuto fede e speranza.

Ora ho il premio della vita nel Regno di mio Figlio.

Perciò ascoltatemi, abbiate coraggio, non desistete!

Vi ringrazio!”

XXVI domenica tempo ordinario anno B – Apertura anno catechistico e festa del santuario

Massa Lombarda, 30 settembre 2018

“Vorremmo un Dio tutto per noi! Invece lui è libero nel suo agire e si trova amici dove vuole; è il disagio di riconoscere che altri che non sono del “nostro gruppo”, che magari non frequentano la nostra parrocchia, si stanno occupando di qualcuno che ha bisogno, che è povero o solo.”

tratto dal messalino “Sulla Tua Parola”

Nella cornice della festa del Santuario si è aperto l’anno catechistico 2018-2019 proprio sul piazzale antistante il sagrato della chiesa del Santuario. La Santa Messa ha visto la presenza di molti fedeli e alla fine della celebrazione sono state vendute le “pesche” ripieni il cui ricavato va a sostenere le spese di gestione del Santuario stesso.

Il Parroco asperge i fedeli come atto penitenziale

I fedeli riuniti sul piazzale antistante il sagrato

Medjugorje, 25 Settembre 2018

 

” Cari figli!

Anche la natura vi offre i segni del suo amore

attraverso i frutti che vi dona.

Anche voi, con la mia venuta,

avete ricevuto l’abbondanza dei doni e dei frutti.

Figlioli, quanto avete risposto alla mia chiamata, Dio sa.

Io vi invito:

Non è tardi, decidetevi per la santità

e per la vita con Dio nella grazia e nella pace!

Dio vi benedirà e vi darà il centuplo, se confidate in Lui.

Grazie per aver risposto alla mia chiamata. “

Festa della Ripresa 2018 – XXIII Tempo Ordinario B – Palio del Timone

Massa Lombarda, 9 settembre 2018

“Il sordomuto nella sua condizione è come bloccato proprio in ciò che ci rende pienamente umani: le relazioni. Ma Gesù, che è venuto a salvare l’uomo, “scioglie” il “nodo” che lo frena, liberando così tutte le sue energie e potenzialità: quei doni unici e speciali seminati da Dio nel suo cure.”

tratto dal messalino “Sulla Tua Parola”

La giornata clou e finale della Festa della Ripresa è iniziata con la sfilata storica dei Quartieri che così hanno raggiunto la chiesa dove, davanti al sagrato si è svolta l’indizione del Palio. Poi i figuranti sono entrati in chiesa dove si è svolta la Santa Messa. Finita la celebrazione eucaristica ci si è portati all’oratorio dove il Parroco ha benedetto i Timoni.

Il Quartiere Meletolo
Il Quartiere Bolognano
Il Quartiere San Paolo
Il Quartiere San Giovanni
Viene tolto lo stemma del San Giovanni vincitore dell’anno scorso
La definizione delle tirate

La benedizione del Palio

Il Meletolo offre il pane
Il Bolognano offre il vino
Il San Paolo offre i fiori
Il San Giovanni offre il regolamento della gara del Timone
Il Coro San Paolo anima la Santa Messa

La benedizione finale ai fedeli
La proclamazione del Palio
La benedizione dei Timoni

Il premio “Memorial Capirossi” per la squadra che ha fatto la tirata più veloce è andato al Meletolo

 

Alle ore 18,00 è iniziata la gara fra i Quartieri che ha visto classificarsi i quartieri in quest’ordine:

Quarto classificato: Bolognano

Terzo classificato: Meletolo

Secondo classificato: San Giovanni

Primo classificato: San Paolo

Festa della Ripresa 2018 – Serata di approfondimento

Massa Lombarda, 8 settembre 2018

La serata normalmente denominata “culturale” non poteva mancare alla Festa della Ripresa 2018. Quest’anno il tema scelto dal Comitato Festa della Ripresa è stato la famiglia. E’ infatti intervenuto l’Onorevole M. Sberna già Presidente dell’Associazione Famiglie Numerose che ha affrontato l’argomento con il titolo “Questa bistrattata FAMIGLIA”.

Prima di questo momento di approfondimento c’è stato il giuramento dei saltari (i giudici dei quattro quartieri che domani controlleranno il buon andamento del Palio) che ha dato inizio alla gara del Timone. I saltari sono arrivati dal sagrato della chiesa dopo essersi fermati in piazza del Comune per un esibizione degli sbandieratori.

Il saltaro del Meletolo accompagnato dal proprio priore
Il saltaro ed il priore del Bolognano
Il saltaro ed il priore del San Paolo
Il saltaro ed il priore del San Giovanni
Il giuramento davanti al Notaro
Un altra esibizione degli sbandieratori nel campo dell’Oratorio