Medjugorje, 2 Aprile 2019

” Cari figli,

come Madre che conosce i suoi figli,

so che anelate a mio Figlio.

So che anelate alla verità, alla pace,

a ciò che è puro e non è falso.

Per questo io, come Madre,

mediante l’amore di Dio,

mi rivolgo a voi e vi invito affinché,

pregando con cuore puro ed aperto,

conosciate da voi stessi mio Figlio,

il suo amore, il suo Cuore misericordioso.

Mio Figlio vedeva la bellezza in tutte le cose.

Egli cerca il bene, perfino quello piccolo e nascosto,

in tutte le anime, per perdonare il male.

Perciò, figli miei, apostoli del mio amore,

vi invito ad adorarlo,

a ringraziarlo continuamente e ad esserne degni.

Perché lui vi ha detto parole divine, le parole di Dio,

le parole che sono per tutti e per sempre.

Perciò, figli miei, vivete la letizia,

la serenità, l’unità e l’amore reciproco.

Questo è quello che vi è necessario nel mondo di oggi:

così sarete apostoli del mio amore,

così testimonierete mio Figlio nel modo giusto.

Vi ringrazio. “

IV Domenica di Quaresima – Anno C

Massa Lombarda, 31 marzo 2019

“La quarta domenica di Quaresima è dedicata alla letizia e illumina il cammino quaresimale come sentiero verso l’esultanza pasquale. La liturgia ci dona la parabola del padre misericordioso. In questa parabola i protagonisti sono tre: il fratello minore che fugge ma poi torna, il fratello maggiore invidioso delle attenzioni del Padre. I due figli vivono però lo stesso peccato: l’egoismo. Nel mezzo c’è il Padre. Il Padre, che spera contro ogni evidenza, perché ama nonostante ogni evidenza, è sempre sull’uscio. Il nostro Dio è il Dio della soglia, ci aspetta, ci invita, ci esorta. Nulla può impedirgli di amarci.”

Questa domenica è detta domenica “Laetare” che vuol dire “gioia”. Per questo il sacerdote ha smesso i paramenti viola e indossa i paramenti rosa.

Il Parroco con i paramenti liturgici rosa

Anche oggi i bambini del secondo anno di catechismo hanno fatto la liturgia della Parola separatamente e poi si sono ricongiunti all’assemblea dove sono stati presentati perché quest’anno riceveranno il sacramento della penitenza.

La liturgia della Parola separata
I bambini che faranno la prima confessione

In particolare la Santa Messa è stata animata dall’Azione Cattolica Ragazzi della fascia d’età 9-11 anni che stanno partecipando al ritiro quaresimale diocesano a Massa Lombarda.

Una bambina dell’ACR porta il pane all’altare
Il calice con il vino
Il cartellone con i gruppi dell’ACR partecipanti

Medjugorje, 25 Marzo 2019

“Cari figli!

Questo è tempo di grazia.

Come la natura si rinnova a vita nuova

anche voi siete invitati alla conversione.

Decidetevi per Dio.

Figlioli, voi siete vuoti e non avete gioia

perché non avete Dio.

Perciò pregate

affinché la preghiera sia per voi vita.

Nella natura cercate Dio che vi ha creati

perché la natura parla e lotta per la vita

e non per la morte.

Le guerre regnano nei cuori e nei popoli

perché non avete pace e non vedete, figlioli,

nel vostro prossimo il fratello.

Perciò ritornate a Dio ed alla preghiera.

Grazie per aver risposto alla mia chiamata.”

III Domenica di Quaresima – Anno C

Massa Lombarda, 24 marzo 2019

“Gesù racconta la parabola del fico infecondo: un padrone viene a cercare frutti nel suo fico e non ne trova, e decide che questo albero occupa uno spazio indebito, e anche se il vignaiolo ottiene un altro anno di pazienza comunque ci sarà un termine. Mentre per il mondo quel fico consuma inutilmente le sostanze del terreno, per l’agricoltore paziente che è Gesù quell’albero ha bisogno di cure suppletive per farlo aprire alla alla vita e al futuro. Quando siamo sterili e improduttivi, apriamoci con fiducia all’opera del Signore, che ci darà il concime della sua parola e lavorerà per ridarci una nuova vita.”

Questa domenica la liturgia della Parola l’hanno svolta separatamente i bambini di quarta elementare che riceveranno a maggio la prima comunione.

Durante la Santa Messa quattro nuovi chierichetti hanno ricevuto la veste e hanno continuando così a prestare servizio all’altare.

Medjugorje, 18 Marzo 2019 – messaggio annuale a Mirijana

“Cari figli

come madre, come Regina della Pace,

vi invito ad accogliere mio Figlio,

affinché Lui possa donarvi la pace dell’anima,

affinché Lui possa donarvi ciò che è giusto,

ciò che è il vostro bene.

Figli miei, mio Figlio vi conosce,

Lui ha vissuto la vita come uomo

ma allo stesso tempo come Dio.

Una vita miracolosa: corpo umano, spirito divino.

Perciò, figli miei,

mentre mio Figlio vi guarda con i suoi occhi divini,

penetra nel vostro cuore.

I suoi occhi miti e pieni di calore,

nel vostro cuore cercano se stesso.

Può trovare se stesso in voi, figli miei?

AccoglieteLo e allora i momenti del dolore e della sofferenza

diventeranno i momenti della beatitudine.

AccettateLo e troverete la pace nell’anima

e la diffonderete a tutti intorno a voi.

Questa è la cosa della quale voi adesso avete più bisogno.

Ascoltatemi, figli miei.

Pregate per i pastori,

per coloro le cui mani mio Figlio ha benedetto.

Vi ringrazio.”

II Domenica di Quaresima – Anno C

Massa Lombarda, 17 marzo 2019

“Il cammino della Quaresima passa dalla tentazione alla trasfigurazione. Nel cammino verso la Pasqua, dopo aver dato l’annuncio della sua fine tragica che si sarebbe consumata a Gerusalemme, Gesù anticipa ad alcuni dei suoi la gloria che lo attende. La scena si compone come in una pala d’altare. Nella prima c’è Gesù con Mosè ed Elia immersi dentro l’aura splendente della veste di Cristo. Nella seconda Pietro, Giacomo e Giovanni, oppressi dal sonno, come, più avanti, nell’orto degli Ulivi. Pietro, l’apostolo dalla testa dura, e Giacomo e Giovanni, i due fratelli figli del tuono che volevano farsi giustizia da soli, ora non hanno che da obbedire alla voce che li invita ad ascoltare il Figlio, l’eletto.”

tratto da “Sulla tua Parola”

Oggi i ragazzi che riceveranno il sacramento della confermazione ad ottobre per mano del Vescovo, dopo aver svolto la prima parte della Santa Messa, la liturgia della Parola, separatamente, hanno raggiunto in Chiesa il resto dell’assemblea per essere presentati alla stessa in vista proprio della Cresima. Infatti con questa “candidatura” alla Cresima, viene chiesto alla Comunità cristiana di pregare per la loro preparazione a quell’importante sacramento.

Anche questa domenica sul presbiterio vi era la raffigurazione del tema liturgico della II domenica di quaresima e cioè la trasfigurazione rappresentata da una veste bianca come quella di Gesù sul monte.

I candidati a ricevere il sacramento della Confermazione
La rappresentazione simbolica della trasfigurazione

I Domenica di Quaresima – Anno C

Massa Lombarda, 10 marzo 2019

“La prima domenica di Quaresima presenta il racconto evangelico delle tentazioni. Lo Spirito Santo conduce Gesù nel deserto, emblematica immagine dell’esperienza dell’Esodo. Qui Gesù viene messo alla prova: si concentrano su di lui tutte le attese e le pretese, le rappresentazioni e le idee, che sperimenterà durante la missione. Gesù non si sottrae alle tentazioni, le affronta e le vince. La preghiera, il digiuno e soprattutto la parola di Dio sono la sua forza.”

Oggi con la prima domenica di Quaresima si è svolta la liturgia della Parola per i bambini di quinta elementare separatamente dal resto dell’Assemblea. questo permette un miglior approccio alle letture da parte dei bambini.

Dopo l’omelia i bambini sono rientrati in chiesa dove Don Pietro ha consegnato personalmente loro il Vangelo prendendo spunto proprio dal Vangelo di oggi in cui alla prima tentazione del diavolo, Gesù risponde “Non di solo pane vivrà l’uomo”. Anche la composizione ai piedi dell’altare richiamava proprio il deserto e la Parola di Dio.

I bambini del catechismo ascoltano la Parola separatamente
L’omelia di Don Pietro in chiesa
La consegna del Vangelo
La composizione ispirata dal Vangelo della prima domenica di Quaresima